Utilizziamo i cookie per rendere migliore la tua esperienza di navigazione.
Per rispettare la nuova direttiva sulla privacy, è necessario chiedere il tuo consenso per impostare i cookie.
 Notizie
Get Adobe Flash player

Thermo King Advancer, il nuovo simbolo per la refrigerazione su semirimorchio






L'unità per semirimorchi Thermo King ADVANCER è stata costruita dall'ambizione con:

- Flusso d'aria indipendente dal motore per un'efficienza di raffreddamento senza pari.

- Abbattimento della temperatura più veloce mai vista sino a oggi sul mercato.

- Innovazione radicale che ti spinge avanti anni luce.






Flusso d'aria indipendente dal motore




MAGGIORE PROTEZIONE DEL CARICO E COSTI OPERATIVI RIDOTTI

Vaccini o verdure? Il flusso d'aria completamente variabile, indipendente dalla velocità del motore dell'unità, consente di controllare meticolosamente le condizioni del semirimorchio per creare il clima perfetto per ogni tipo di carico.

Nel frattempo diminuiamo drasticamente il consumo di carburante grazie all'architettura ibrida a 48 V CC.


Il risultato? Il flusso d'aria è il  più elevato sul mercato dei semirimorchi lunghi fino a 15,6 metri.

Le esclusive funzionalità del flusso d'aria di Advancer proteggono il tuo prezioso carico a costi inferiori!


Thermo King Advancer è il ghepardo dell'abbattimento della temperatura

Offre il pulldown più veloce sulla strada oggi.



È fino al 40% più veloce nell'abbattere la temperatura nei test comparativi in condizioni di laboratorio!
















Il suo design a trasmissione diretta ti aiuta a raffreddare i semirimorchi più velocemente e recuperare più velocemente dalle aperture delle porte e iniziare così a guadagnare più velocemente.



Un successo duraturo

DAI LABORATORI ALLE STRADE









Thermo King Advancer ha vinto tutte le sfide che ci siamo lanciati:

- Decine di migliaia di ore di funzionamento continuo? Nessuna parte sostituita. Nessun problema rilevato. Senza sudore.


- Più unità inviate in tutto il mondo con una varietà di merci? Advancer ha consegnato ogni carico in tempo e sul target.


- Oltre 1.000.000 di chilometri percorsi nelle condizioni più difficili? Calore o freddo estremo? Advancer offre prestazioni eccezionali in tutto.




Contattateci per avere maggiori informazioni o consultate il sito:  https://www.tkadvancer.com/













L’importanza del fresco: sfruttare al meglio gli investimenti dei venditori al dettaglio

Dal blog di Thermo King

 

 

 

Fino alla fine del XIX secolo le persone mangiavano solo quello che coltivavano, o quello che i contadini vicini avevano da offrire. Per coloro che vivevano in climi più rigidi questo significava una dieta invernale limitata e insipida, nonché l’annuale “malattia primaverile” provocata dalla mancanza di vitamine durante i mesi freddi.

Non si trasportavano frutta e verdura al di là delle distanze più brevi a causa del rischio di deterioramento o del timore che il gelo potesse causare ritardi e rovinare intere spedizioni.

Poi, negli anni Ottanta dell’800, arrivarono i vagoni ferroviari refrigerati e il primo anello della catena del freddo venne forgiato. Avanti veloce, oggi questa catena è un fenomeno globale:

Alla base di questa crescita (CAGR del 5,1%) resta comunque la stessa domanda di base: portare sui mercati nazionali alimenti esotici in perfette condizioni, indipendentemente dalla stagionalità o dalla distanza geografica.

Crescita nella catena del freddo

Per quanto riguarda il motore di questa crescita, ci sono tre punti principali da considerare:

  1. L’aumento del consumo di prodotti alimentari surgelati nei mercati emergenti a causa dell’aumento del reddito disponibile
  2. Cambiamento dei modelli di consumo nei centri urbani e aumento della domanda di frutta e verdura fresca e lavorata, oltre ai piatti pronti
  3. Sviluppi nel confezionamento e miglioramenti della durata dei prodotti a scaffale che aprono nuovi mercati, sia nazionali che internazionali

La domanda di frutta e verdura

Per la frutta e la verdura surgelata, dove si prevede che la domanda raggiunga 751 milioni di tonnellate entro il 2027:

  • La verdura rappresenta circa il 90% del segmento globale nel 2017
  • A livello mondiale, l’Europa è il maggior consumatore ed esportatore di verdura surgelata
  • La domanda di frutta surgelata è elevata anche in Europa, a causa delle temperature variabili prevalenti nella regione
  • I mercati emergenti come la Russia, l’India e l’America Latina offrono un enorme potenziale di crescita grazie ai bassi tassi di adozione

Investimenti continui nella catena del freddo

Le infrastrutture alla base della catena del freddo hanno svolto un ruolo importante nell’esportazione e importazione di alimenti surgelati, un’infrastruttura che continua a espandersi in linea con la domanda.

Ad esempio, nel 2018 è stato stimato che il valore di capacità globale dei magazzini refrigerati è aumentato a 616 milioni di m(rispetto a 552 milioni di mnel 2014). Infatti, la conservazione refrigerata rimane molto richiesta ed è stata recentemente descritta come ‘il più scottante nuovo investimento immobiliare’.

I venditori al dettaglio, tuttavia, si trovano ad affrontare sfide più impegnative a causa dell’allungamento delle singole catene del freddo. Questo è il problema della copertura e della distribuzione disomogenea, in cui alcuni tratti della catena sono sovrapprovvigionati e altri mancano di una capacità sostenibile.

Aggiungiamo una dimensione internazionale e i numeri parlano da soli:

La conservazione è ovviamente un fattore chiave, ma un altro è il trasporto e il mantenimento di una temperatura costante durante la spedizione dei carichi.

Riduzione dei rischi

In qualsiasi momento del giorno e della notte sono milioni le tonnellate di cibo surgelato in transito. E poiché le catene del freddo sono diventate più efficienti,il loro costo è nettamente diminuito. Ad esempio, ora è abbastanza economico spedire il pesce, originariamente pescato al largo della Norvegia, in Cina per la lavorazione (approfittando del basso costo della manodopera), per poi spostarlo negli Stati Uniti per il consumo.

Fare questo è un’impresa veramente intermodale attraverso i canali di trasporto ferroviari, marittimi, aerei e stradali, dall’origine al supermercato. Una moltitudine di “parti in movimento”, ognuna delle quali è un potenziale punto di guasto che può portare al deterioramento e alla perdita di carichi.

Per i venditori al dettaglio che desiderano ridurre questo rischio, la necessità di un trasporto refrigerato affidabile e ad alte prestazioni è quindi di fondamentale importanza. Investire nell’ultimo raccolto di ciliegie, litchi, piselli o spinaci potrebbe avere un senso commerciale, ma non se arrivano in cattive condizioni o con una durata di conservazione molto limitata.

Sfruttare la conoscenza

È qui che la competenza risulta un bene vitale. Da Thermo King abbiamo trascorso anni a ricercare la temperatura perfetta per i singoli prodotti e a ridurre al minimo il deterioramento degli stessi.

Inoltre, la nostra gamma di prodotti è completamente intermodale, fino a includere soluzioni per le consegne last mile. La nostra missione è aiutare i venditori al dettaglio a sfruttare al meglio i loro investimenti in colture alimentari a distanza, assicurando:

  • Temperature costanti per qualsiasi carico o viaggio, senza fluttuazioni anche in caso di più aperture di sportelli e più consegne
  • Visibilità reattiva per monitorare le condizioni dei carichi in transito e la capacità di reagire immediatamente a qualsiasi problema emergente
  • Accesso ai centri urbani 24 ore su 24 con tecnologie più silenziose a emissioni ridotte e a zero emissioni

Proteggete i vostri investimenti nella catena del freddo

Quando si spostano grandi quantità di frutta e verdura attraverso una catena del freddo estesa, è rassicurante sapere che la migliore tecnologia, conoscenza e infrastruttura di servizio vi sostiene in ogni fase del percorso.

Questa è la promessa offerta da Thermo King. Per saperne di più sulle nostre soluzioni di vendita al dettaglio, visitate la nostra pagina web dedicata.











Siete pronti per la ripartenza estiva?

La vostra unità di refrigerazione per il trasporto è ferma a causa delle misure di lockdown?

Questo potrebbe essere il momento migliore per gli interventi di manutenzione e aggiornamento delle vostre unità, in modo che siano pronte per la stagione estiva, quando le restrizioni verranno allentate e potrete rimettervi in marcia.

Abbiamo creato per voi tre tipi di pacchetti per essere pronti per l'estate. I pacchetti di manutenzione vi assicureranno il massimo del tempo di attività durante i caldi mesi estivi, senza la necessità di programmare tempi di fermo in un periodo in cui la domanda di prodotti refrigerati è alta.

Se non avete ancora installato i pannelli solari ThermoLiteTM di Thermo King, questo è il momento giusto!

Alimentate le unità di refrigerazione per il trasporto del vostro parco veicoli con l'energia gratuita fornita dal sole per garantire che le batterie rimangano in buone condizioni anche durante i periodi di fermo. Sia il pacchetto solare che il pacchetto Power Solutions comprendono l'installazione di un pannello solare. È una buona idea scegliere il pacchetto Power Solutions se le condizioni della batteria dell'unità di refrigerazione per il trasporto non sono ottimali.

La combinazione della nuova batteria EnergyOne Platinum con un pannello solare ThermoLiteTM consente di effettuare consegne senza problemi, anche se l'unità è rimasta
ferma per un po' di tempo.

Buono a sapersi: la vostra batteria EnergyOne Platinum viene fornita con una garanzia di 3 anni se installata in un'unità con un pannello solare ThermoLiteTM.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI SU QUESTA PROMOZIONE, CONTATTATECI AL NUMERO: 0523 609924

Tecno Service centro prove ATP

La Tecno Service S.r.l. è anche Centro Prove A.T.P. con esperto autorizzato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.
 
Si eseguono prove ATP su veicoli (dal furgoncino al semirimorchio):

–         coibentati internamente.

–         dotati di cella isotermica.

–         refrigerati a piastre eutettiche.



Prima dell’esecuzione della prova i nostri tecnici verificheranno il corretto funzionamento dell’unità refrigerante e, nel caso, appronteranno le dovute riparazioni per accontentare appieno il risultato della verifica.
 
La Tecno Service, grazie alla sua decennale esperienza nel settore sarà in grado di soddisfare qualsiasi consulenza tecnica da Voi richiesta, quale: duplicato degli attestati ATP andati persi, espletamento di tutta la parte burocratica per quanto concerne il rinnovo, fornitura e applicazione di sigle adesive e targhette, etc.

 

Le prove ATP si eseguono solo su appuntamento.
 
Per fissare un appuntamento telefonare al numero 0523.1550859 oppure via email all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Logistica intermodale: l’ascesa del trasporto ferroviario

Dal blog ufficiale Thermo King


Di fronte alle sfide poste dalle soluzioni intermodali, il trasporto ferroviario si sta dimostrando un vero e proprio settore in crescita per le aziende logistiche. I progressi nella capacità del trasporto ferroviario di mantenere condizioni di temperatura precise sono alla base di questo cambiamento e portano a significativi vantaggi in termini di prestazioni e sostenibilità.

Iniziamo con un dato: 653.537 è il totale di miglia di binari ferroviari che si stima esistano in tutto il pianeta.  Facciamo un confronto con i 21 milioni di chilometri di strade stimati o i corridoi di traffico marittimi e lo spazio aereo a livello mondiale.

A prescindere da come la si guarda, le catene di approvvigionamento intermodali offrono molto con cui lavorare.

L’intermodalità ha visto il trasporto marittimo e su strada fare da apripista, ma di recente si è assistito a una costante crescita della popolarità del trasporto ferroviario. Certamente nel regno del trasporto refrigerato, guidato dai seguenti fattori chiave:

  • Sempre più prodotti richiedono ora un trasporto a temperatura controllata, dalle stampanti ad alta tecnologia alle semplici compresse di paracetamolo
  • Le normative sono in parte alla base di tale aumento, così come iniziative quali le GDP
  • Obiettivi a lungo termine volti a ridurre gli sprechi alimentari (stimati a 1,3 miliardi di tonnellate ogni anno), rispondendo al tempo stesso alle esigenze nutrizionali di una popolazione in crescita

Sfide intermodali

Al di sotto di questi fattori di alto livello esistono alcune preoccupazioni di stampo più operativo, sfide quotidiane che continuano a influenzare l’orientamento futuro della logistica intermodale.

Queste comprendono:

La continua carenza di conducenti formati

Che a sua volta sta creando lo “spostamento a oriente” dei talenti, mentre i conducenti provenienti dalla Polonia e dintorni si dirigono verso ovest per colmare le lacune. Questo spostamento a sua volta crea una carenza interna in Polonia, che viene riempita da conducenti provenienti da luoghi come l’Ucraina.

Il valore del trasporto ferroviario qui è ovvio: un treno può trainare 80 container o rimorchi, e richiede solo brevi viaggi su strada dopo lo scaricamento per consegnare i carichi alla loro destinazione finale. Un vantaggio che offre anche benefici immediati in termini di emissioni e consumo di carburante.

Aumento della congestione stradale

Mosca si trova ancora in cima alla lista quanto a ingorghi stradali, con Londra seconda e Parigi terza. Si stima che nella sola capitale francese gli automobilisti passino in media 65 ore all’anno bloccati nel traffico.

Per ciò che concerne i problemi relativi ai conducenti, la capacità del trasporto ferroviario di spostare più spedizioni in una sola volta è un ovvio vantaggio. Prendiamo ad esempio la città portuale di Anversa, e la sua circonvallazione descritta come il “centro di una ragnatela di strade a cui è impossibile sottrarsi”. Visti anche i lavori stradali che causano ulteriori problemi, i funzionari di spicco hanno recentemente esortato le aziende a salire a bordo dei trasporti ferroviari!

Mancanza di fiducia

Si tratta di una questione che si manifesta in particolare nel settore farmaceutico. La maggior parte di questi prodotti viene movimentata su strada e per via aerea perché i fornitori sono rigidi sul mantenimento di intervalli di temperatura esatti. Un simile approccio può tuttaviaessere costoso, oltre che dannoso per l’ambiente.

Per la movimentazione su ferrovia, la sfida è dimostrare che anch’essa è in grado di mantenere le temperature dei carichi con una precisione di più o meno 2 gradi. Con l’arrivo della tecnologia per far sì che questo accada, un numero crescente di aziende si sta rivolgendo al trasporto ferroviario, con sempre più aziende che stanno testando questa modalità.

Influenze politiche

Si va dai divieti di importazione e di esportazione (ad esempio tra l’UE e la Russia) alla Belt & Road Initiative in corso sovvenzionata dal governo cinese.

Per il trasporto ferroviario, qualsiasi divieto introduce restrizioni e complessità, ostacolando quindi la crescita. Per quanto riguarda la Belt & Road Initiative, una considerazione fondamentale è che le sovvenzioni esistenti cesseranno, a un certo punto. La sfida è quindi quella di trovare modelli di business che producano comunque un profitto senza di essi.

Mettere l’innovazione in prima linea

A proposito di soluzioni, ci sono anche alcuni sviluppi tecnologici degni di nota. Questi comprendono:

  • Maggiore utilizzo di container da 45 piedi per accogliere meglio i carichi dei rimorchi stradali (i rimorchi da 40 piedi sono generalmente corti di 3 pallet)
  • Miglioramenti nell’isolamento dei rimorchi e dei motori di raffreddamento, per poter affrontare temperature ambientali estreme (sia basse che alte)
  • Telematica connessa: consente ai clienti di tracciare i carichi in tutto il mondo, monitorare le condizioni e modificare le impostazioni quando necessario
  • Tecnologia più robusta: con la forza di gestione degli smistamenti, dei sollevamenti e dei trascinamenti in carico e scarico dai treni
  • Nuovi depositi ferroviari che consentono di portare i rimorchi standard su un treno senza necessità di regolazioni o interventi manuali

Uno sguardo al futuro

I recenti sviluppi nel trasporto ferroviario avevano l’obiettivo di renderlo un’opzione più economica, più conveniente e più affidabile nel mondo dell’intermodalità. L’obiettivo è quello di dare alle aziende logistiche la certezza che, se un conducente non è a portata di mano per gestire da vicino le condizioni all’interno dei singoli rimorchi, i carichi saranno comunque mantenuti in condizioni ideali.

Stanno emergendo altre nuove tecnologie, tra cui la catena di blocchi (blockchain), che viene utilizzata da porti affollati come ad esempio Rotterdam e Amburgo.

Tuttavia, dovremmo lasciare alle piccole imprese di logistica il tempo di mettersi al passo. Di conseguenza, la nostra aspettativa è che la tecnologia esistente riceverà ancora la maggior parte degli investimenti nei prossimi anni. Sarà una questione di evoluzione piuttosto che di rivoluzione.

Il supporto che conta

Un ultimo punto da sottolineare è il ruolo che Thermo King sta svolgendo nella logistica intermodale. Il nostro primo e prioritario requisito è semplicemente quello di costruire le unità più performanti, robuste e intelligenti possibili. È proprio ciò che continuiamo a fare, con i progressi nei gruppi elettrogeni, nei controlli e negli extra opzionali.

Questi sono gli strumenti di base, ma ciò che riteniamo ci distingua davvero è il supporto messo a disposizione dei clienti: di qui l’investimento continuo che stiamo facendo nella nostra rete internazionale di concessionari. Di conseguenza, offriamo una rete di competenze che copre tutto il mondo, con assistenza disponibile dove e quando ne avete più bisogno.

Alla rete di concessionari possiamo aggiungere la nostra iniziativa di telematica Soluzioni connesse, che rafforza la nostra copertura globale e fornisce una visione in tempo reale delle condizioni delle apparecchiature di carico e di refrigerazione per facilitare operazioni più intelligenti.

La strada verso il successo

Dal trasporto su strada a quello ferroviario, Thermo King offre i prodotti e il supporto necessario per proteggere tutti i carichi, in qualsiasi condizione.

Per ulteriori informazioni visitate la nostra pagina sulle soluzioni intermodali.

Trovare la cura: rispondere alla sfida della distribuzione globale dei vaccini

dal blog di Thermo King

Trovare la cura: rispondere alla sfida della distribuzione globale dei vaccini

 
 

Rispondere alla sfida della distribuzione globale dei vaccini nella catena del freddo dei prodotti farmaceutici

La catena del freddo dei prodotti farmaceutici è un anello fondamentale del settore sanitario globale, ma lascia poco spazio agli errori: per questo motivo richiede il meglio che il trasporto refrigerato ha da offrire.

Dalla polio al vaiolo, i vaccini hanno permesso di salvare milioni di persone dalle malattie infettive e continuano a farlo.

Perché ciò avvenga, la catena del freddo dei prodotti farmaceutici ha la missione di proteggere l’integrità dei prodotti “dalla fabbrica alla vena”.

Un compito estremamente arduo.

H2        Il settore farmaceutico globale in cifre

Inoltre, è importante rilevare che le autorità di regolamentazione europee nel 2013 hanno introdotto nuove norme che impongono il trasporto a temperatura controllata per circa l’80% dei prodotti farmaceutici.

H2        Mantenere l’efficacia dei vaccini

Alcuni dei vaccini più importanti sono termosensibili e richiedono un trasporto specifico.

Nel trasporto dei prodotti farmaceutici vengono utilizzati tre intervalli di temperatura principali:

Intervallo di temperatura % di carichi farmaceutici interessati
da 2°C a 8°C (prodotti refrigerati) 31%
da 20°C a 25°C (temperatura ambiente) 51%
da 0°C a -150°C (prodotti congelati) 17%

Il 32% dei vaccini non deve mai essere congelato[1]

H2        Pericolo in agguato

Mancanza di energia

L’Alleanza globale per i vaccini e l’immunizzazione stima che solo il 10% delle strutture sanitarie nei Paesi più poveri del mondo disponga di una fornitura di elettricità affidabile.

Un vero spreco

Ciò spiega perché l’Organizzazione mondiale della sanità stimi che oltre il 50% dei vaccini possa essere sprecato ogni anno a livello mondiale a causa di problemi legati al controllo della temperatura.

H2        Distribuzione complessa

La catena del freddo dei prodotti farmaceutici passa dal produttore al grossista, poi all’ospedale o alla clinica, al paziente, per arrivare alla vena.

Coinvolge perciò molti attori che imballano, sollevano, stoccano, trasportano e consegnano (e comporta molte opportunità di errore, umano e non).

H2          In cerca della soluzione

Buone pratiche di distribuzione (Good Distribution Practices, GDP)

Si tratta delle linee guida normative che regolano la distribuzione all’ingrosso dei prodotti farmaceutici per garantire che la loro qualità e integrità siano mantenute lungo tutta la catena di distribuzione.

Le capacità che contano:

Visibilità in tempo reale e monitoraggio a distanza, con la possibilità di controllare il punto di riferimento della temperatura e le temperature del carico per mantenerlo in condizioni ottimali durante il trasporto.

Creazione di rapporti prima della partenza e preraffreddamento programmato, per garantire che i container per il trasporto siano pronti a ricevere il carico.

Registro dettagliato delle condizioni durante il trasporto, per dare garanzie al cliente e assicurare l’integrità dei prodotti e la puntualità delle consegne.

H2        Il rimedio perfetto

PharmaSolutions di Thermo King offre una gamma di apparecchiature per il trasporto a temperatura controllata per semirimorchi, autocarri e unità alimentate dal veicolo.

Apparecchiature che:

  • Sono testate conformemente ai protocolli GDP
  • Coprono intervalli di temperatura da +25°C a -20°C
  • Funzionano in condizioni ambientali estreme
  • Offrono prestazioni eccezionali anche in caso di apertura contemporanea di più porte

Scopri di più su: https://europe.thermoking.com/tk-pharmasolutions/

H2        Incontra Thermo King ai prossimi eventi GIRP!

GIRP (Groupement International de la Répartition Pharmaceutique) è un’associazione non profit che rappresenta oltre 750 grossisti farmaceutici full-line, con attività in 33 Paesi europei.

H2        Vieni a incontrare Thermo King ai prossimi eventi:

  • 5a Conferenza della catena di distribuzione 2020 – 12-13 marzo, Vienna
  • 61a Riunione e conferenza annuale GIRP – 24-26 maggio, Berlino

Scopri di più qui.


[1] Fonte: https://www.ptcommunity.com/journal/article/full/2018/3/154/time-and-temperature-controlled-transport-supply-chain-challenges

Thermo King E-200 in Svezia per le consegne di acquisti on-line

Le unità elettriche E-200 di Thermo King portano vantaggi in termini di operatività e sostenibilità all’azienda svedese di acquisti online MatHem.se

Dal blog di Thermo King Europe

 

Con le unità E-200 il parco veicoli di MatHem dispone di più spazio di carico per i prodotti freschi e congelati e di una capacità di mantenimento ottimale per conservare la spesa alla giusta temperatura fino alla porta di casa del cliente

Bruxelles, 15 gennaio 2020 – MatHem.se, azienda svedese di consegne a domicilio, ha modernizzato il suo parco veicoli per aumentare l’efficienza operativa e la sostenibilità delle operazioni di consegna. I 30 nuovi veicoli sono equipaggiati con le unità di refrigerazione multitemperatura completamente elettriche        E-200 di Thermo King®, azienda leader nelle soluzioni di controllo della temperatura nei trasporti per una varietà di applicazioni mobili e marchio di Ingersoll Rand. Già pienamente operativo, il nuovo parco veicoli permette a MatHem.se di trasportare gli alimenti in modo sostenibile e sempre alla giusta temperatura, garantendo una catena del freddo ininterrotta dal magazzino fino alla porta di casa del cliente.

MatHem.se era alla ricerca di una soluzione di refrigerazione per il trasporto all-in-one che permettesse di mantenere due zone di raffreddamento nel veicolo (una per i prodotti freschi e una per i prodotti congelati) e poter così rimuovere il pesante congelatore autonomo che avevano utilizzato fino a quel momento per il trasporto delle merci congelate. Cercavano anche un modo sostenibile dal punto di vista ambientale per mantenere l’unità di refrigerazione in funzione durante le soste per le consegne, le pause pranzo del conducente o quando era necessario spegnere il veicolo più a lungo. L’unità E-200 di Thermo King con pacco batterie aggiuntivo ha soddisfatto tutti questi requisiti.

“La sostenibilità e la riduzione del nostro impatto ambientale si riflette in tutto ciò che facciamo, comprese le nostre operazioni di consegna”, ha dichiarato Frederik Engelfeldt, direttore della distribuzione presso MatHem.se. “Garantiamo ai nostri clienti di mantenere la loro spesa alla giusta temperatura in ogni momento fino a quando arriva a casa loro. L’efficienza del parco veicoli per le consegne è vitale per poter rispettare questo impegno e siamo felici che la soluzione Thermo King stia mantenendo la sua promessa. Oltre ad avere più spazio per il carico, grazie alla funzione di mantenimento la spesa è protetta in ogni momento durante il percorso e il rischio di spreco alimentare è ridotto al minimo. Questa caratteristica aumenta anche la sostenibilità delle operazioni di consegna in quanto il conducente può spegnere il motore durante le soste per ridurre il consumo di carburante e le emissioni”.

“L’E-200 rappresenta l’ultima generazione delle unità di refrigerazione totalmente elettriche e costituisce la più recente integrazione del portafoglio in continuo ampliamento di soluzioni non diesel Thermo King. Questa unità consente ai nostri clienti di trasportare in sicurezza alimenti e merci con emissioni zero, bassa rumorosità e disturbi ridottissimi per gli abitanti delle città”, ha dichiarato Johan Green, responsabile clienti di Thermo King Svezia. “È per noi motivo di vanto poter contare sulla nostra esperienza e reputazione nella collaborazione con i nostri clienti e i leader del settore al fine di introdurre nuove tecnologie. Siamo molto felici del feedback positivo ricevuto da MatHem.se dopo aver messo alla prova le nostre unità nel lavoro di tutti i giorni e crediamo che le soluzioni Thermo King li aiuteranno ad avere clienti sempre soddisfatti, aumentare la redditività e ridurre l’impatto ambientale”.

L’impostazione multitemperatura delle unità E-200 ha permesso a MatHem.se di risparmiare circa 80 kg rispetto alla precedente configurazione del parco veicoli con freezer autonomo. Questo vantaggio si traduce direttamente in risparmio di carburante e aumento dello spazio di carico del veicolo. La capacità di mantenimento è garantita dal pacco batterie aggiuntivo, completamente indipendente dal veicolo, che può alimentare l’unità durante le soste per le consegne o le pause. Questo dà al conducente la tranquillità e la flessibilità di potersi fermare in qualsiasi momento senza dover tenere il veicolo acceso con il motore al minimo per mantenere le merci trasportate al fresco.

A differenza delle tipiche soluzioni a trasmissione diretta progettate per motori a combustione diesel, l’unità E-200 assicura una capacità costante a prescindere dal motore dei veicoli e dalle relative parti in movimento ed è capace di operare con veicoli sia elettrici sia a motore. Senza compressore principale né kit di trasmissione, l’E-200 è una soluzione Plug & Play dotata di un sistema di gestione dell’alimentazione brevettato, che contribuisce a ridurre i consumi energetici, incrementare l’autonomia del veicolo e aumentare efficienza e affidabilità. L’unità è anche compatibile con la funzione Start & Stop del veicolo, il che contribuisce a un maggiore risparmio di carburante.

Essendo totalmente elettrica, l’unità E-200 consente ai veicoli di adeguarsi agli standard PIEK e alle normative sull’accesso alle aree urbane (UVAR) per i livelli sonori in città, di accedere alle zone a basse emissioni e di funzionare in modo silenzioso durante le consegne notturne.

Lo sviluppo dell’unità E-200 e la collaborazione con MatHem.se sono in linea con le aspirazioni di sostenibilità di Ingersoll Rand per il 2030 e con l’impegno a ridurre le emissioni di anidride carbonica dei clienti di un gigaton1 CO2e, equivalente alle emissioni annue complessive di Italia, Francia e Regno Unito, attraverso i prodotti e servizi HVAC (riscaldamento, ventilazione e climatizzazione) e per il trasporto refrigerato.

Per saperne di più sui risultati ottenuti da Ingersoll Rand rispetto ai suoi impegni per il 2020 si veda il Rapporto ESG 2018, pubblicato di recente. Per maggiori informazioni sulle sue aspirazioni di sostenibilità per il 2030, visitare il sito ingersollrand.com/2030.

Le tendenze del 2020 nel trasporto refrigerato

Dal blog Thermo King




Il mondo del trasporto refrigerato continua a evolversi, ma quali sono le tendenze che meritano particolare attenzione e offrono vantaggi concreti? Scoprilo.

Le prospettive del trasporto refrigerato sembrano rosee. Senza dubbio, dal punto di vista finanziario il settore appare in salute, con una crescita prevista del mercato globale da 15,5 miliardi di dollari (valore stimato per il 2019) a 21,6 miliardi nel 2023.

Ma, a parte queste previsioni di crescita (pari a quasi un miliardo di dollari all’anno per i prossimi cinque anni), quali sono gli altri fattori trainanti del cambiamento nel settore? Per rispondere, abbiamo preso in esame 7 tendenze chiave destinate a incidere sulle catene del freddo nel 2020.

1. Maggiore attenzione alla sicurezza alimentare e dei prodotti farmaceutici

Sarà sicuramente una delle massime priorità per i distributori della catena del freddo, visti i cambiamenti recenti che stanno incoraggiando significativi miglioramenti:

  • Le autorità di regolamentazione europee hanno introdotto nuove norme per la distribuzione dei prodotti farmaceutici (2013), che impongono il trasporto refrigerato per quasi l’80% dei prodotti e dei farmaci
  • Negli USA, l’NDA ha messo a punto nuove regole basate sul Food Safety Modernization Act del 2011

Queste norme pongono l’accento su tracciabilità e standard e sulla possibilità di tracciare le spedizioni fino all’origine, nonché su registrazioni verificabili che dimostrino che i carichi sono stati trasportati alla temperatura corretta. Per rispettare questi requisiti, sarà necessaria una solida base telematica.

2. Informazioni connesse

Soluzioni connesse, ovvero la telematica, è un’altra tendenza che sta facendo parlare di sé sia tra i clienti che tra i distributori, spinti dal desiderio di utilizzare le grandi quantità di dati generati dalle catene del freddo per rendere le operazioni più intelligenti:

  • Ottimizzare percorsi, ritiro e configurazioni di spedizione
  • Monitorare le condizioni di temperatura in tempo reale e in modo costante, consentendo di dimostrare chiaramente la conformità
  • Rispondere istantaneamente a qualsiasi potenziale problema per prevenire il deperimento
  • Trasformare i parchi veicoli per adeguarli alle sfide della distribuzione nei centri città

3. Operazioni intelligenti

Altri due approcci che mirano a sfruttare al meglio i dati sono l’analisi e l’intelligenza artificiale. Molti commentatori, infatti, prevedono una crescente attenzione per l’intelligence contestuale al fine di ridurre i costi operativi, migliorare la soddisfazione dei clienti e fare previsioni a breve e medio termine.

Vantaggi:

  • Migliorare la pianificazione delle necessità in termini di manodopera e capacità
  • Anticipare i disservizi causati da condizioni meteorologiche, lavori stradali, ecc.
  • Seguire le raccomandazioni sulle migliori alternative calcolate dal sistema

4. Maggiore visibilità

Restando sempre sul tema della tecnologia nella catena del freddo, per l’anno prossimo si prevede una forte crescita anche nel settore del cloud computing e delle soluzioni legate all’IoT (internet delle cose). Secondo le stime, infatti, gli investimenti in quest’area nel settore raggiungeranno i 40 miliardi di dollari entro il 2020.

Il motivo è semplice: la promessa di maggiore visibilità, responsabilità e migliori prestazioni sia nel trasporto refrigerato che nello stoccaggio.

Molti vettori offrono già ai clienti la possibilità di tracciare a distanza la temperatura delle spedizioni. Con i nuovi dispositivi IoT, sarà anche possibile ricevere avvisi a distanza se le condizioni superano le soglie di sicurezza. Mentre grazie al cloud e alla connettività globale 24 ore su 24, 7 giorni su 7, le aziende di logistica potranno rispondere ancora più efficacemente alle esigenze dei clienti.

5. Le offerte potenziate delle 3PL

Con i costi logistici in aumento, per molti clienti sta diventando sempre più difficile gestire un proprio parco veicoli. Per questo iniziano a rivolgersi a fornitori di servizi logistici esterni (Terze Parti Logistiche, 3PL) e a sfruttare il trasporto intermodale per individuare nuove opportunità.

Di conseguenza, le 3PL stanno potenziando la propria offerta di soluzioni creative e servizi ad alto valore aggiunto, che include:

  • Trattamento ad alta pressione per uccidere i microorganismi per il settore alimentare
  • Semirimorchi refrigerati a sezioni che consentono di conservare i prodotti in zone a diverse temperature all’interno dello stesso rimorchio

Anche la logistica intermodale della catena del freddo è in crescita, una tendenza destinata a mantenersi nel 2020, con le capacità dei parchi veicoli sempre al limite, mentre le catene di distribuzione diventano sempre più globali. Perciò si amplia il ruolo del trasporto marittimo, aereo e ferroviario.

6. Ripensare l’ultimo miglio

Forse, l’area interessata dai più alti livelli di innovazione sarà “l’ultimo miglio”. A causa di questioni di carattere normativo e dell’evoluzione delle aspettative dei clienti, nel 2020 assisteremo a cambiamenti in settori che includono:

  • Robot per le consegne su ruote, già in fase di test sulle strade europee
  • Sperimentazione con droni, in particolare per le zone isolate e rurali
  • Crowdsourcing, ovvero sistemi in cui i conducenti guidano veicoli di loro proprietà (come Uber) per consegnare articoli in imballaggi a temperatura controllata

7. La maturazione delle unità completamente elettriche

L’ultima tra le principali tendenze per il 2020, ma non per importanza, è l’elettrificazione. Ovviamente, non si tratta di una novità: è ormai da un decennio che i fornitori di soluzioni refrigerate offrono soluzioni completamente elettriche.

È una tendenza destinata a mantenersi, con il perfezionamento delle unità che non utilizzano un motore diesel per azionare il compressore, ma un sistema a batteria.

Un primo vantaggio delle unità completamente elettriche è un compressore che utilizza meno parti mobili rispetto ai compressori tradizionali. A ciò si aggiungono valvole di espansione elettromeccaniche, un cablaggio semplificato, sensori di temperatura precisi e moduli di controllo sofisticati: tutto ciò garantisce un migliore controllo della temperatura, una maggiore affidabilità e costi di manutenzione inferiori.

Preparare l’azienda per il 2020

Come indicano queste tendenze, ci sono diverse aree in cui la catena del freddo continua ad evolversi. Per aiutarti a non restare indietro, Thermo King offre una gamma di soluzioni che adottano tutte le innovazioni più recenti.

Queste soluzioni comprendono:

Per saperne di più, contatta il concessionario più vicino per un audit del parco veicoli e per consigli su come allineare una soluzione integrata alle tue operazioni quotidiane.

Comfort per l'autista: prestazioni motivanti per attrarre talenti

Dal blog di Thermo King






I responsabili dei parchi veicoli possono trarre molti vantaggi dal mantenere i propri autisti contenti, soddisfatti e rassicurati. Per questo è importante aumentare il controllo, la visibilità e le capacità di risoluzione dei problemi a loro disposizione, per creare un ambiente che li ispiri ad eseguire un lavoro impeccabile.

Ci possono essere un gran numero di risultati che un responsabile dei parchi veicoli deve ottenere in fase di approvvigionamento delle apparecchiature refrigerate. Bisogna pensare ai costi, alle prestazioni, all’assistenza, etc… Ma quando si pensa al comfort dell’autista?

Per qualcuno, è la prima cosa a cui pensare, mentre altri perdono di vista questa priorità nel mare di problemi che richiedono soluzioni più immediate. L’unica cosa su cui sono tutti d’accordo, però, è che diventa sempre più importante mantenere gli autisti contenti.

Secondo l’Unione Internazionale dei Trasporti su stradasi registrano:

  • Una carenza di autisti del 21% per il trasporto merci
  • Più di tre quarti degli autisti ritiene che le condizioni di lavoro/i lunghi periodi possano scoraggiare new entry dall’approcciare la professione
  • L’età media degli autisti è di 44 anni, con una stima di ‘perdita’ di 50 al giorno per il solo Regno Unito

Fare la differenza

Porre l’enfasi sul comfort degli autisti e creare un ambiente di lavoro soddisfacente diventerà perciò un fattore di differenziazione importante per le agenzie di trasporto. La domanda, ovviamente, è: come?

Qualunque risposta includerà un numero di fattori diversi. Pertanto, concentriamoci su un’area nello specifico: l’unità di controllo della temperatura. Se osserviamo questo elemento dal punto di vista dell’autista, si tratta di una tecnologia che può fare la differenza quando è in grado di offrire:

  • Maggiore controllo e facilità di utilizzo
  • Operazioni silenziose sia quando il veicolo si trova in strada che quando è fermo
  • Informazioni proattive e risoluzione dei problemi automatizzata
  • Assistenza in tempo reale per la risoluzione dei problemi
  • Assistenza affidabile e senza complicazioni per malfunzionamenti e manutenzione

Diamo un’occhiata a ciascuno degli elementi in questa lista.

Maggiore controllo e facilità di utilizzo

Nessun autista vuole completare un intero corso di preparazione prima di poter interagire con un’unità. L’enfasi dovrebbe invece essere posta sulla possibilità di offrire l’accesso a un’interfaccia efficace e semplice, con display intuitivo.

È inoltre possibile evitare ulteriore stress nella vita di un autista se l’unità è in grado di garantire anche un controllo della temperatura accurato. Ci sono molti elementi che possono influenzare un viaggio e che si trovano al di fuori dal nostro controllo: la temperatura ambiente e il volume del traffico sono due di queste problematiche. È per questo che l’unità dovrebbe essere facile da riconfigurare al volo e dovrebbe supportare un approccio più proattivo nella protezione del carico.

Operazioni silenziose sia quando il veicolo si trova in strada che fermo

Come testimoniano molti autisti abituati a percorrere lunghe distanze,l’abitacolo è anche il loro ufficio. A volte può perfino essere la loro camera da letto, perciò il rumore di un’unità ha la sua importanza.

Noi di Thermo King abbiamo sottoposto le nostre unità a test rigorosi, e i risultati hanno evidenziato che SLXi Whisper Pro raggiunge i 60 decibel. È la stessa rumorosità del cinguettio di un uccello, di 5 decibel inferiore al rumore di una conversazione normale.

In questo modo un autista può dormire serenamente senza il ronzio costante dell’unità in sottofondo. Ma c’è di più: la gamma Whisper include anche una versione certificata PIEK conforme alle norme più rigorose in materia di attenuazione del rumore. Vuol dire che è molto silenziosa!

Informazioni proattive e risoluzione dei problemi automatizzata

Sono molte le problematiche che un autista deve affrontare quando si trova in strada; in particolare se il viaggio include le consegne dell’ultimo miglio nelle aree urbane. Dai limiti in termini di rumorosità alle zone a emissione ridotta, può essere difficile tenere traccia di ciò che può succedere, dove e quando (come dimostrato dall’autista “Bob” in questo video in realtà virtuale di Thermotopia).

Qual è la risposta? Perché non delle capacità che permettano di:

  • Passare automaticamente dall’alimentazione a diesel a quella elettrica quando si entra in zone con restrizioni
  • Codici allarme dettagliati che descrivono sia il problema che l’azione da intraprendere per risolverlo
  • Soluzioni telematiche come ad esempio le Soluzioni Connesse di Thermo King per guidare la selezione del percorso e inviare messaggi di allerta sulle varie problematiche potenziali

Assistenza in tempo reale per la risoluzione dei problemi

Le soluzioni telematiche possono essere di grande aiuto agli autisti. Esse comportano la possibilità di monitorare le temperature nei rimorchi, i livelli di carburante, l’apertura delle porte e tutta una serie di dati operativi chiave (informazioni accumulate da app basate sulle prestazioni).

Cosa più importante: offrono ulteriore assistenza agli autisti permettendo loro di contattare l’ufficio centrale in tempo reale. Ciò comporta un supporto da remoto che permette di monitorare le condizioni del trasporto e individuare le problematiche in tempo reale, reagire agli allarmi e fornire una guida proattiva.

Ma il dato più importante da considerare è questo: il tempo di attività. Grazie alle soluzioni telematiche la manutenzione e le riparazioni diventano procedure di routine. La risoluzione dei problemi viene ottimizzata, permettendo all’autista di concentrarsi meglio ogni volta sulla consegna entro le tempistiche stabilite.

Assistenza affidabile e senza ostacoli per malfunzionamenti e manutenzione

Si può dire che l’ostacolo principale nella vita di un autista si presenta quando il rimorchio o l’unità refrigerante si guastano. Questo può succedere già presso il deposito, oppure quando si trova in strada, a miglia di distanza da qualsiasi garage o officina.

La velocità di risoluzione del problema è ovviamente il fattore più importante; per questo Thermo King ha investito così tanto nella propria rete di concessionari per garantire che:

  • Ogni volta che un cliente si trova su strada, sia raggiungibile da tecnici esperti entro non più di 2 ore
  • L’assistenza sia disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno in tutta Europa
  • I concessionari siano qualificati e certificati per garantire una ripartenza quanto più rapida possibile

Mantieni i tuoi autisti contenti e al passo con il lavoro

Porre attenzione al comfort degli autisti è fondamentale per i responsabili di parchi veicoli ampi, affinché possano disporre dello staff migliore e attirare nuovi talenti. Le unità di refrigerazione hanno un ruolo importante da questo punto di vista, e possono contribuire alla produttività e alla soddisfazione dell’autista.

L'inverno è alle porte: è ora di controllare il parco veicoli

dal blog di Thermo King